Help

News

Consorzio Nettuno

Periodici

Volumi

Modulo d'ordine

Home Page

Pitagora

Editrice

Scheda volume


Unità 14 - Scatole & Biglie. Confronto tra collezioni per promuovere il pensiero relazionale
Infanzia > Prima primaria

Giancarlo NAVARRA
Revisione Scientifica a cura di Nicolina A. MALARA

2019, 132 pagine, formato 21x29.7 cm, € 19,00
ISBN 88-371-2115-0

Collana: "Progetto ARAL"

Il progetto ArAl
Il progetto è dedicato al rinnovamento dell’insegnamento dell’area aritmetico-algebrica nella scuola dell’obbligo. Esso si colloca all’interno della cornice teorica denominata early algebra (‘la prima algebra’) ove si sostiene che i principali ostacoli cognitivi nell’apprendimento dell’algebra nascono in modi spesso insospettabili in contesti aritmetici e possono trasformarsi in blocchi concettuali anche insormontabili allo sviluppo del pensiero algebrico. L’ipotesi è che sia possibile aggirare tali difficoltà attivando sin dai primi anni della scuola primaria in aritmetica forme di pensiero attuate in una prospettiva algebrica.
In questo fascicolo: Due amici collezionano biglie che possono tenere sciolte, e quindi visibili, oppure dentro scatole chiuse. L'attività ha due regole: (1) in ogni situazione i due amici hanno un numero uguale di biglie; (2) scatole dello stesso colore contengono lo stesso numero di biglie e, viceversa, scatole di colore diverso contengono numeri diversi di biglie. I bambini esplorano molte situazioni e, manipolando prima oggetti concreti, poi intrecciando esperienze concrete e loro rappresentazioni alla Lim e riflettendo infine su sole rappresentazioni iconiche, argomentano il modo in cui scoprono quante biglie sono contenute, in ogni situazione, dentro la scatola (o le scatole). Esplorano così il passaggio dall'aggettivo numerale al numero, lo zero, gli embrioni del numero sconosciuto e del numero qualsiasi. Gli alunni di prima primaria vengono guidati alla rappresentazione di alcune semplici situazioni in linguaggio matematico.
L'Autore
G. Navarra ha insegnato scienze MCFN nella scuola secondaria di 1° grado e, come docente a contratto, nelle SSIS, TFA, PAS dell’università di Modena e Reggio Emilia. Cura con N.A. Malara gli aspetti scientifici del progetto ArAl di cui coordina la struttura organizzativa nazionale e le sperimentazioni. Svolge attività di ricerca e di formazione insegnanti.